Salumi Regionali

salumiitaliani.com è un appronfodimento informativo di
www.soloprodottiitaliani.it la boutique dei prodotti italiani di qualità.

Ricette e Abbinamenti - Articoli e Novità


"In un perfetto equilibrio di profumi e sapori tra mare e Carso, nasce a Trieste, nel 1968, il Salumificio Sfreddo."
Il Salumificio Sfreddo di Trieste, fin dalla sua costituzione, ha avuto come obiettivo principale il perseguimento della Qualità Totale Nel 1999 l’azienda ha ottenuto la certificazione da DNV per il sistema qualità ISO 9001/2008. L’azienda è particolarmente attenta alle intolleranze alimentari. Accanto alla linea tradizionale dei “Cotti all’Italiana”, il Salumificio Sfreddo offre una serie di prodotti con “spiga barrata” garantita dalla AIC Associazione Italiana Celiaci, e con certificazione di prodotto STP sulle specialità affumicate e prive di allergeni quali glutammato monosodico aggiunto, caseinato, lattosio e derivati del latte. Un approccio che risponde alle richieste sia del mercato nazionale che di quello estero, particolarmente interessati a un’ampia gamma di prodotti alimentari capaci di soddisfare i gusti più diversi e esigenti.
Leggi l'articolo

Salame Strolghino di Culatello
É un piccolo salame tipico della Bassa Parmense, è prodotto con la carne ottenuta dalla lavorazione del Culatello. Nel passato ogni famiglia allevava in casa il maiale (e qualcuna ancora oggi): animale benedetto che veniva nutrito con gli avanzi della cucina e del quale nulla andava sprecato. Proprio da queste produzioni casalinghe nasce lo Strolghino, che era il primo salume che si mangiava dopo poche settimane dalla lavorazione del maiale. La scelta accurata delle carni e degli ingredienti è una fase essenziale per la buona riuscita del salame. E dopo la macinatura, l’impasto viene insaccato in un budello estremamente sottile che ne accelera l’asciugatura e lo porta a maturazione in poco tempo. Delicato e leggero nel gusto, va mangiato ancora morbido. Il modo migliore di preparare lo Strolghino è quello di tagliarlo a fette spesse. Secondo la tradizione (nel passato si mangiava addirittura a morsi) va abbinato poi a pane fragrante o crostini secchi. É ideale servito con gli aperitivi. É molto stuzzicante e appetitoso abbinato a vini freschi e delicati sia fermi che frizzanti.
Leggi l'articolo

Bresaola di Fassona Piemontese Macelleria Alebardi "Sapore Unico" Questo prodotto non è preconfezionato ma viene tagliato al momento dell'acquisto
La fetta si presenta di colore rosso vivo, il diametro è un po’ superiore rispetto alle classiche bresaole trattandosi di animali piuttosto grandi proprio per la dimensione della fesa di Fassone Piemontese allevato in italia. La Macelleria Mastra Alebardi realizza la Bresaola esclusivamente con razza Fassona Piemontese selezionato e allevata direttamente da loro. Le caratteristiche della materia prima,si riscoprono nel sapore e nel colore la lavorazione della carne che viene eseguita con la massima cura rispettando le tecniche tradizionali, la qualità della carne povera di grassi e ricca di ferro, colore inconfondibile rosso intenso. Al palato è dolce, spicca il sapore della carne, la speziatura è leggera e non invadente, profumi abbastanza intensi con note saline e speziate, sapore sapido ma equilibrato e pulito.
Leggi l'articolo

Il Capocollo di Suino Nero dei Nebrodi
Il Capocollo di Suino Nero dei Nebrodi La definizione di “Suino Nero dei Nebrodi” descrive una razza di suini autoctoni tipica dei territori che ricadono nell’areale dei Monti Nebrodi, nella Sicilia Nord-occidentale, di cui il Comune di Sant’Angelo di Brolo fa parte. A giudicare dai resti fossili e dai riferimenti di scrittori dell’antichità, la presenza dell’animale è accertata già nel periodo greco e cartaginese (VII – VI secolo a.C. ), a testimonianza dell’immenso patrimonio che ancor oggi è custodito in queste vallate. Il Suino Nero dei Nebrodi presenta la cute di colore nero ardesia, su cui si impiantano robuste setole nere che sul tratto cervicale, garrese, dorso, lombi raggiungono la lunghezza di 10 cm circa, assumendo la forma di una criniera, tanto da richiamare l’aspetto del cinghiale. Il sistema di allevamento è “en plein air”, cioè esclusivamente all’aperto; il Suino viene alimentato in prevalenza con orzo e favino per mantenere inalterate le qualità organolettiche della carne e tutta la sua naturale genuinità. Il Capicollo, detto “cozzu” in quanto ricavato dal colo del suino nero, è caratterizzato da una carne sapida e naturalmente profumata, preparata da abili maestri con l’impiego di aromi naturali. Capocollo Aspetto: forma cilindrica allungata Consistenza: tenero, compatto Aspetto al taglio: il prodotto al taglio presenta una fetta compatta di colore rosso carne, con venature variabili di grasso. Peso: il peso è compreso tra 1,00 e i 1,800 chilogrammi Odore e Sapore: persistente e intenso unito a quello di aromi e spezie naturali. Curiosità: è prodotto esclusivamente con carni di suino nero, razza autoctona dei Monti Nebrodi. Prende il nome dalla parte della lombata più vicina alla testa del suino nero. Il suino Nero dei Nebrodi, anche chiamato suino Nero Siciliano o suino Nero delle Madonie, è una razza autoctona italiana di maiale presente nei territori di San Fratello e Cesarò, in provincia di Messina, ma che si è diffusa sia sui monti Nebrodi (nel contesto del Parco regionale dei Nebrodi) che sulle Madonie. L’allevamento di questo suino ha origini antiche: resti fossili e documenti scritti testimoniano la presenza di questi animali fin dal periodo della dominazione greca e cartaginese (VII-VI secolo). Durante tutto il Medioevo era diffuso l’allevamento di grandi branchi allo stato brado, che subì una diminuzione solamente durante la dominazione araba per motivazioni di ordine religioso. Dai primi anni del Novecento il suino Nero dei Nebrodi era di solito allevato in piccoli gruppi di 10-15 animali; già allora si era diffuso l’incrocio con altre razze migliorate che avevano provocato una forte riduzione di questa razza e una diffusione di soggetti neri con pezzature bianche o completamente bianchi. Un altro fattore che ha determinato la riduzione del suino Nero Siciliano è stato la graduale scomparsa dei boschi che anticamente coprivano buona parte dei rilievi siciliani. Negli ultimi anni c’è stata una decisa ripresa dell’allevamento di questa razza, sulla quale sono stati effettuati diversi studi mirati in modo particolare alla valorizzazione delle sue produzioni. Il Nero Siciliano è attualmente una razza ufficialmente riconosciuta e dotata di registro anagrafico, gestito dall’ANAS – Associazione Nazionale Allevatori Suini. I soggetti iscritti al registro alla fine del 2007 erano 1223, mentre ad oggi si stima la presenza sul territorio siciliano di circa 2000 capi. Caratteristiche e morfologia Razza precoce e longeva, è caratterizzata da una buona fertilità e vivinatalità (elevato numero di suinetti portati allo svezzamento), presenta una buona resistenza alle malattie ed è molto resistente alle avversità climatiche. Il suino Nero dei Nebrodi si presenta di taglia medio-piccola con altezza al garrese del verro adulto di 60-65 cm in media e si caratterizza per la pelliccia di colore nero uniforme, sebbene non manchino tra i soggetti pure animali fasciati con una cintatura simile a quella della Cinta senese. Anche la cute stessa, spessa fino a 2 cm negli adulti, è di colore nero ardesia, con i lombi che raggiungono la lunghezza di 10 cm circa, assumendo la forma di una criniera che viene sollevata in caso di agitazione. Essendo un animale molto rustico, dotato di muso allungato e arti lunghi che lo rendono un buon pascolatore e camminatore, viene allevato allo stato brado o semi-brado e lasciato libero di vagare per i boschi, cibandosi dei frutti della natura. L’incrocio di questo maiale selvatico con il cinghiale introdotto dal Corpo forestale della Regione siciliana nel parco delle Madonie, ha prodotto un suide ibrido, aggressivo e molto presente nel territorio.
Leggi l'articolo

Prosciutto di San Daniele Il Camarin "piccola realtà artigianale"
Il prosciuttificio "il Camarin" è una piccola realtà artigiana che produce poche migliaia di pezzi l'anno, pezzi selezionati con cura che vengono poi destinati per la maggior parte alla vendita nelle salumerie pregiate e nell'alta ristorazione. Si tratta di prosciutti di eccezionale pezzatura e stagionatura, che si distinguono per la dolcezza che solo un uso misurato del sale può arrivare a garantire. Oltre alla "magica" aria della nostra città, le seguenti caratteristiche sono divenute fondamentali per arrivare ad ottenere il miglior risultato: - Cosce selezionate provenienti esclusivamente dai migliori allevamenti. - Una lavorazione artigianale curata in ogni dettaglio. - La quantità minima di sale strettamente necessaria a garantire un prodotto dolce e morbido. - Una lunga stagionatura necessaria a valorizzare l'importanza delle pezzature trattate. L'attenta selezione della materia prima e la meticolosa lavorazione si concretizzano in un prosciutto dolce e profumato, sempre morbido, nato per soddisfare l'esigenza di qualità che da sempre contraddistingue l'alta salumeria.
Leggi l'articolo

 FORUM
Ho assaggiato i vostri prodotti da Bebi Sciavo un'istituzione a Trieste ,ottimi prosciutti .
Leggi la risposta

Domanda posta da: Umberto Corselli ( 03/05/2016)
Categoria/Argomento PROSCIUTTO COTTO S/O NAZIONALE RECOTTO- SFREDDO


Una delusione, in quanto il prodotto è talmente fresco che non andava assolutamente venduto. La carne, a mio modestissimo parere, mi è sembrata di buona qualità, ma il prodotto a quello stadio di maturazione non andava messo in vendita. Così come mi è arrivato è un prodotto da non consigliare a alcuno. Cordiali saluti
Leggi la risposta

Domanda posta da: Domenico Vacca ( 20/04/2016)
Categoria/Argomento Capocollo di suino nero dei Nebrodi


Pensavo fosse più saporita di finocchio e non era detto che ci sono i conservanti etc. Per il resto, bene
Leggi la risposta

Domanda posta da: Gloria Marinucci ( 24/03/2016)
Categoria/Argomento La Finocchiona di Cinta Senese - La Cinta di Guido


  Italiano
  Spagnolo
  Tedesco
  Francese
  Inglese
  Dutch
  Danish
  Swedish
  Finnish


OIP S.R.L.
La più grande boutique del cibo ITALIANO di qualità ad un prezzo equo. MAGAZZINO DI SPEDIZIONE: Via Nicolò Copernico 5/7 - 25020 Flero ( BS )
C.F./P.IVA/Reg. Impr. Brescia: 03443730985 - REA: BS 534780 - Capitale Sociale Euro 80.400,00

Tel.: 0303581121 - Fax: 0302682922
Email: info@soloprodottiitaliani.it - PEC: info@pec.soloprodottiitaliani.it

Visitatori del giorno: 1541 ?>